Wednesday, February 19, 2014

Tula Pink

Questa sorridente signorina e' Tula Pink. Designer, autrice, sognatrice, quilter, business woman.
Laureata in design e grafica alla Otis University in California, ha allestito mostre d'arte in musei americani, lavorato nel settore del rock per sei anni, disegnato ricami per giacche di pelle per bikers.
Ha cominciato a cucire per distrarsi e visto che non trovava le stoffe che le piacevano ha cominciato a disegnarsele.
Disegna che ti disegna, ha creato la sua prima collezione di sera dopo il lavoro e nei week end e quando l'ha proposta alla ditta Free Spirit, era gia' in produzione il mese seguente. Dodici collezioni dopo, i suoi tessuti sono ricercati perche' molto eclettici e sofisticati e quando una collezione viene soppiantata da quella nuova, attesissima, le altre diventano rare, quasi introvabili e sono pezzi da collezione.


Tula Pink ad un certo punto si e' stancata della California e ha deciso di andare a vivere nel Mid West americano dove il suo vicino piu' "vicino" vive a sei km. di distanza! Nella sua casa dallo studio/laboratorio sempre in perfetto ordine perche' quando lavora, cioe' di giorno e anche di notte, non vuole perdere tempo a cercare la rotella (come faccio io anche se ne ho 5 o 6!). In quel paradiso (vedi foto)  cuce i suoi quilts,  50 all'anno!!!! Tutti con i suoi tessuti, alcuni li fa a macchina altri a mano.



Tula si considera "Modernitional" cioe' la fusione tra Modern e Tradizionale, riconoscendo che, nonostante lei stessa non senta suo il patch che riproduce i modelli antichi e tradizionali, quello che fa ha radici nel passato, e lo rivede, lo ri-intepreta e tutto con i suoi fantasiosissimi tessuti. 
Questa giovane donna, con il suo nome tatuato sulle nocchie delle dita e una civetta in stile epico creata da lei e tatuata sul braccio che calza All Star Converse perennemente, e' una gran lavoratrice, infatti, sfondare come gia' fatto lei nell'industria del patch non e' semplice, richiede talento, grande impegno e lavoro incessante, come in tutte le cose.
Le giovani quilters la amano, le ditte del settore la cercano, oltre ai suoi tessuti, non solo per il patch ma anche per la decorazione della casa e l'abbigliamento, scrive patterns (alcuni sono scaricabili in pdf dal suo blog gratuitamente) produce kits pretagliati, felpe con il suo logo, nastri con i suoi epici disegni, e ha al suo attivo due libri molto belli nonche' una collezione di filati Aurifil con la sua faccia sulla scatola, disegnata naturalmente da lei. 


Le foto e gli allestimenti dei suoi lavori sono bellissimi, realizzati all'ombra di vecchi silos arrugginiti dal tempo, in edifici abbandonati o vecchie rimesse americane, in stile da film americani degli anni '50!


Quando e' stata contattata per il gioco "We Love Tula Pink" ne e' stata felicissima, si e' sentita lusingata e ha offerto tutto il suo supporto. 
Siamo felici come Team del gruppo facebook "We Love Tula Pink'' di avere scelto il suo bellissimo libro tutto disegnato a mano da lei, il suo lavoro di un anno intero, per diffondere il Modern nella nostra Italia patch e siamo felici di vedere che e' stato accolto con gioia, entusiasmo e trepidazione.
L'augurio di Tula e': "Make something!" 
cioe' "Crea qualcosa!" e noi quilters italiane, gliene faremo vedere delle belle, vero????

Always stitching
Roberta

1 comment:

gabriella said...

grazie Robi per questi tuoi bei post che ci allargano l'orizzonte di questo nuovo modern!!
Keep calm and go on quilting!!
un abbraccio e a presto....