Wednesday, February 12, 2014

Strategie di successo per il Tula Pink City Sampler

Vi sono vari modi di affrontare la scelta dei tessuti per un quilt. In questo post mi limitero' alle possibili strategie per il City sampler di Tula Pink.
Ne ho guardati tanti, ho studiato i quilts che si trovano nel libro cuciti e interpretati da Tula e ho letto alcuni suoi consigli a riguardo.
Vediamo insieme...Nel libro lei illustra tre modi di scegliere i tessuti.

La tavolozza limitata
Si lavora con pochi colori. Questo non e' limitativo pero' perche' c'e' molta liberta' in questo modo di lavorare. Nel quilt "Trellis" (vedi post di ieri) Tula ha scelto di lavorare solo con dei blu, verdi e gialli. Esistono migliaia di blu, verdi e gialli diversi, nelle sfumature e toni piu' disparati. Sono tre colori vicini l'uno all'altro sul cerchio cromatico e quindi "entrano" l'uno nell'altro e offrono tante possibilita'. Naturalmente nella scelta, si va a 360 gradi nelle tonalita' di tutti e tre, i blu possono andare dal blu navy al blu cielo, per il verde si puo' spaziare dal verde bluastro al petrolio, il giallo pero' e' stato dosato con parsimonia per non soverchiare il resto. Dalla quantita' impiegata di ognuno, il quilt prendera' l'aspetto: tanti azzurri o blu sara' letto come azzurro e via dicendo. Ecclettico.


Monocromatico
Ovvero un colore solo. Questo mette in gioco il principio di chiaro, medio, scuro. Nel quilt "Skyline" Tula ha scelto il grigio come colore. Nella sua forma piu' scura diventa nero, nella sua forma piu' chiara diventa bianco. In questo caso si lavora di disegni che presentano i tessuti, pois, strisce, piccoli disegni etc. si dovra' equilibrare il tutto pero' all'interno del blocco per non creare confusione e operare il principio del contrasto evitando di mettere due tessuti troppo simili fra loro vicini. Raffinato.


Di tutto di piu'
Scrappy se volete in gergo patch. Si scelgono tanti tessuti e si lavora ogni blocco separatamente senza pensare al prossimo o a quello precedente, il quilt "Gridlock" lo dimostra egregiamente. Hai tanti pezzi da lavori precedenti (basta che non siano i fiorellini country o quelli anni '90) aggiungi i solids e hai il tuo quilt. Spettacolare.



Il concetto di sfondo nell'intero Sampler e' INESISTENTE!!!!!!! Non stiamo lavorando con un sampler tradizionale dove si deve vedere un disegno specifico, quindi non usate questo criterio. 
Scegliete il modo che credete piu' consono ai vostri gusti e al vostro modo di lavorare.
Ci sara' chi implementera' il quantitativo di tessuti strada facendo, chi ama averlo tutto prima, chi lavorera' in modo spontaneo o chi cambiera' strada a meta' via inserendo qualcos'altro che non aveva pensato prima! L'importante e' partecipare e divertirsi e noi lo faremo!

La quantita' di tessuto 
 La domanda da un milione di dollari!!!
Considerando che per un blocco normale da 30 cm, serve un totale di 15 cm. ca. dipende da quanti margini di cucitura sono presenti, 4 blocchi T.P. fanno poco piu' di un blocco, diciamo che per cucire 6 blocchi T.P. serviranno un totale di 25 cm. circa considerando le molte cuciture presenti.
Diciamo che tre metri in totale dovrebbero bastare per i 60 blocchi, escluso il bordo.
Come ripartirli? Quello lo lasciamo a voi visto che ognuno fara' scelte diverse per i tessuti.

Un consiglio che da' Tula Pink ha a che fare con il contrasto, usate tessuti che creano contrasto e che sono contrastanti fra loro per un impatto visivo chiaro, lineare e modern, altrimenti il vostro quilt non "cantera'" e sembrera' un ''agglomerato'' senza senso.

Mi auguro di aver risposto ai quesiti principali, ora, studiate un po' il libro, sfogliatelo, pensate e sognate come vorreste farlo e poi agite.

Ricordo a tutti che senza iscrizione tramite mail a Michela di Sogni di patchwork, non passate da osservatori a partecipanti al gioco in modo formale.

Carol che hai messo un commento nel post precedente, se non mi lasci un recapito mail non posso rispondere, oppure chiedi di essere aggiunta al gruppo Facebook "We Love Tula Pink" la conversazione ed il gioco avverranno solo li', qua faccio scuola di modern patch. Grazie!

Always stitching,
Roberta




5 comments:

carol said...

eccomi! sono carol! mi scusi, me ne sono scordata di lasciarli la mia mail. ma in questo post ho capito molto bene cosa fare e anche di più. la ringrazio moltissimo. ci penso ancora per la partecipazione perché oltre al tempo sono principiante principiante. e aspetto che mi arrivi il libro.

bellissimo e chiarissimo post
grazie mille per le sue preziose spiegazioni!!

sara said...

che belli tutti questi chiarimenti,non vedo l'ora di iniziare,ma aspetto ancora il libro e poi ordino le stoffe....GRAZIE

gabriella said...

ciao Robi sono una "tulina" che vuole ringraziarti per questi bei post che aiutano molto ad affrontare al meglio questa bella sfida....
Un abbraccio e a presto...

Multifaces design di Elisabetta Altavilla said...

Tutto chiaro ora Roberta!
Spero di fare un bel lavoro e grazie per avermi seguito nelle domande su FB.

Multifaces design di Elisabetta Altavilla said...

Tutto chiaro ora Roberta!
Spero di fare un bel lavoro e grazie per avermi seguito nelle domande su FB.